CAI Borgomanero

Escursioni 2017


Passo Foric (m. 2432) e passo Zube (m. 2872) - Valsesia

Data: 23/07/2017

Luogo: Alagna, frazione Pianalunga (Mappa)

Partenza:
piazza Matteotti ore 6:00

Note tecniche:
Itinerario di alta montagna che attraverso il ripido Vallone del Foric prima, poi l’incantevole conca dell’Alpe Zube (fun di Zube= sulle cascate) porta a superare la cresta di confine
tra la Valle d’Otro e la Valle del Lys ( Gressoney).
Salita in funivia a Pianalunga (m 2029). Discesa ad Alagna per la Val d’Otro, passando dall’Alpe Pianmisura (m 1848).
T. percorrenza ore 8 – disl. in salita m 830 – in discesa m 1680 – diff/E
Da Pianalunga, punto di arrivo della telecabina che sale da Alagna, si avanza in direzione del Col d’Olen, lungo il panoramico sentiero che attraversa la Valle dell’Olen. Inoltrandosi fra le pietraie al bivio si imbocca il 205b per raggiungere i l Passo Foric da dove si gode un panorama stupendo sulla catena del Monte Rosa, la Valle d’Olen e la Valle d’Otro. Il  passo prende il nome dall’omonimo ruscello che discende verso gli alpi di Pianmisura (Piccola e Grande). Dal passo si gode una splendida vista sulla Val d’Olen, sul massiccio del Monte Rosa e su parte della Valle d’Otro. Poco distante, circa 15 min, troviamo un altipiano con l’alpe Zube a 2515 m e proseguendo, alzandoci ancora un po’ di quota, si raggiunge il Passo Zube  a 2874 m  che permette il passaggio  verso la valle di Gressoney superando il Passo della Civera m 2896, evidente per un caratteristico spuntone,e offre un maestoso panorama sulle alpi valdostane.Si scende ora seguendo il tracciato n. 203b per raggiungere Otro. Prima si incontra l’alpeggio di Pianmisura Grande, dove si trova un oratorio dedicato a San Pietro, e dove le baite sono completamente in pietra . Scendiamo a Pianmisura Piccola, per arrivare in breve a Otro, dove la storia, la natura e le case sono testimoni reali della colonizzazione Walser. La vetta più alta della valle è il Corno Bianco (m. 3320), sulle cui pendici si trovano due piccoli ghiacciai: il nevaio di Puio e il ghiacciaio d'Otro, dal quale ha origine l'omonimo torrente che percorre tutta la valle. Arriviamo poi alle Frazione Weng, i cui tetti delle case si intravedono al di sotto del percorso; Scarpia, Dorf e Follu dove si trova la Chiesetta della Madonna delle Nevi, tutti villaggi caratterizzati da edifici in legno circondati dalle rascane per essiccare il fieno; sullo sfondo il Monte Taglieferro.Ormai prossimi alla via del rientro, da Follu si ammirano anche le frazioni di Ciucche e Feglierec; da qui si rientra ad Alagna passando da Fum Decco. 

Dir. Pilotta L. 3477669734 – Zanetta P.

Informazioni:
Zaninetti Carla 340 4956103

Allegato: passo_foric.docx (36,81 Kb)